giovedì 23 dicembre 2010

Atlas Sound e le vicende con Sony Music

Riprendo da dove mi ero fermato con le critiche alle multinazionali musicali, però questa volta elogiando un musicista e continuando a criticare la Sony Music. Prima di tutto chi è Atlas Sound? In un certo senso è l'erede di {Mark Linkous alias Sparklehorse}. Un ragazzo scheletrico, leader della band indie-rock statunitense Deerhunter. Il suo nome è Bradford Cox, dal 2008 ha avviato il suo progetto solista dal nome Atlas Sound. Il suo primo album "Let the Blind Lead Those Who Can See but Cannot Feel" fu pubblicato per la Kankry e 4AD (importante etichetta indipendente inglese). Anche il secondo "Logos" - uno degli album più interessanti del 2009 - fu pubblicato per le stesse etichette. Un album che vede la partecipazione di due musicisti importanti come Noah Lennox (Animal Collective, Panda Bear) e Laetitia Sadier (Stereolab). Nel 2010 questo giovane musicista è super ispirato e pubblica prima con i Deerhunter "Halcyon Digest" uno dei dischi più belli dell'anno che abbiamo appena trascorso, e poi una serie di album registrati nella sua stanza. Il primo di questi è stato pubblicato il 22 novembre 2010 con il nome di Bedroom Databank volume 1 il giorno dopo pubblicò Bedroom databank vol 2 il giorno seguente Bedroom Databank vol 3. Il 25 novembre mentre l'inesauribile Badford si accingeva a pubblicare il quarto album stranamente è intervenuta la Sony Music, che attraverso un e-mail ha chiesto la rimozione dei primi tre volumi da mediafire perchè erano di propietà della Sony. La cosa puzzava perchè Atlas Sound come ho già detto è prodotto da ben due etichette, la Kankry e la 4AD. Quindi Atlas Sound fu costretto ad eliminrare i suoi file "Badroom Databank" da Mediafire. Badford rimase stupito della cosa dicendo: "pare che la Sony Music possegga la mia camera". Dopo pochi giorni nella casella di posta di Badford arrivò una mail di scuse con l'autorizzazione a poter inserire nuovamente i file su mediafire. Il motivo per cui la Sony aveva chiesto la rimozione di tutti i download era una cover di un brano di Bob Dylan di cui i diritti fanno parte della multinazionale. Qundi per una canzone fu costretto ad eliminarli tutti i Bedroom Databank.

Come mi è arrivata voce del suo progetto solitsta? La mia ricerca giornaliera di Free download per il mio blog Yo[U-Turn] mi aveva portato sul suo blog: http://deerhuntertheband.blogspot.com/ dopo essermi incuriosito ho fatto varie ricerche sul musicista e dopo essermi imbattutto con questa puntata di: Revolver su Atlas Sound (Repubblica.it) condotto da Ernesto Assante e Gino Castaldo, mi sono detto "Beh se ne parla Repubblica com'è possibile che io non lo conosco per niente, anche se conosco i Deerhunter?

Perchè un musicista si deve limitare al suo unico contratto con un etichetta o major? In questa domanda sta il nocciolo della questione. Se non fosse stato per i suoi Bedroom Databank, e soprattutto per la loro diffusione in free download attraverso il suo blog, forse io non avrei mai scoperto quest'importante artista. Magari ci sarei arrivato in ritardo, ma la cosa importante è che il Free download entra nelle case di ascoltatori di tutto il mondo. La cosa stupenda è che mi sono incuriosito al tal punto da scaricare illegalmente i suoi precedenti album, da un paio di mesi lo ascolto con molta curiosità.

Se vi dovesse piacere Atlas Sound vi consiglio di asoltare anche l'italiano Banjo or Freakout (musicisti come lui in Italia non hanno la possibilità di emergere, chissà perchè! Guarda caso da quando vive a Londra è uno dei musicisti più chiacchierati nel mondo?)

Nessun commento: