lunedì 9 maggio 2011

ROCKIT CONTRO LA PIRATERIA?

fuck rockitEra tardi quando su New Album Releases sono stato attirato da una band, i Jesu con il loro nuovo disco Ascension. Mentre li ascoltavo ero su facebook, e subito vedo spuntare un link di un tizio dal titolo "5 anni di carcere per il leak di Kanye West", non fosse successo nulla se sotto il titolo non avessi letto Rockit. Mi chiedo cosa diamine c'entri tutto questo con un portale di musica italiana. Ognuno sul suo portale riporta le notizie che vuole, ci mancherebbe ed è giusto che un portale di musica italiana campi sulle disgrazie altrui. Bene finquì tutto nella norma, finchè sempre su Rockit cosa trovo? Questo: "Pirateria: l'Italia rimane tra i cattivi", beh qui le cose cambiano parecchio. Mi è venuto spontaneo chiedermi: allora Rockit ce l'ha con la pirateria?
Facciamo un passo indietro, Rockit da un paio di anni è il "più importante" portale di musica alternativa italiana. La cosa che l'ha distinta rispetto ad altri è che al suo interno ci sono state sempre Compilation da scaricare gratis, free download e gli streaming di molti lavori in studio. So con certezza che Rockit si faccia pagare profumatamente per gli streaming e quant'altro, quindi se ci si pensa bene è normale che un portale che gestisce quasi tutte le esclusive dei nuovi lavori sia contro la pirateria. Perché se uno scarica illegalmente l'album che è in streaming su Rockit poi non deve tornare più su Rockit per ascoltarlo, quindi Rockit avrà meno accessi.
Vi sembra logica come cosa? A me fila tutto, a meno che essere italiano o americano non faccia pià tanta differenza, quindi ben vengano le questioni fuori casa nostra.

Nessun commento: