mercoledì 21 settembre 2011

Preparatevi a dire addio a Facebook, in arrivo Google+

Google + alternativa a FacebookA molti di noi è già accaduto in passato di lasciare un pezzo di cuore in un social network abbandonato. Se pensiamo a quanto è stato importante Myspace, che cosa ha rappresentato per noi e che meccanismo ha innescato nella collettività, allora mi viene spontaneo prevedere un forte declino anche per Facebook.
Facebook, a differnze di Myspace ha avuto un compito più difficile, cioè quello di portare nel suo portale gente non abituata al networking, cercando con mille escamotage di rendere più gente possibile schiava di un sistema da cui difficilmente si riesce a stare alla larga. Come tutte le cose belle prima o poi finiscono, soprattutto se queste cose "belle" sono fatte appositamente per prepararci di volta in volta a qualcosa di ancor più bello.
Per molti (compreso me) fu un vero trauma passare da Myspace a Facebook, perché tra i due c'era un abisso in quanto a personalizzazione dei propri profili, basti pensare a come potevano essere conciati i profili, quasi fossero dei veri e propri siti, infatti miglioni di band musicali usarono Myspace come pagina principale. Purtroppo la svolta di Facebook fu nel dare alla collettività la possibilità di avere nello stesso social network cose che prima si avevano separatamente, ad esempio la chat, che molti usavano a parte, con Msn o Skype. Quella fu la chiave di svolta, che portò in poco tempo, in massa, miglioni e miglioni di utenti sul colosso di Marc Zuckerberg, dicendo addio a Tom Anderson.
Oggi però anche Facebook sta dando piccoli segnali di declino, lo sta facendo con il suo nuovo (e costante) rinnovarsi, ma se contemporaneamente sulle scene compare un'altro potente social network, allora c'è da prepararsi allo schianto.

Google+ o meglio Google Plus è il nuovo principale concorrente di Facebook. Tutte le certezze ce le dà il semplice fatto che questo social network è di Google, e se pensiamo a quello che sta accadento anche su altri fronti, vedi ad esempio il predominio assoluto di Youtube, ci si rende conto che per Facebook non ci sono grosse speranze. Diciamo pure che Facebook un po' se la sta cercando dato che per alcuni aspetti legati alla privacy sta perdendo molti utenti, stufi di non riuscire a tenere il passo con tutte le continue novità.
È interessante sapere che la comparsa inaspettata della videochat su Facebook, avvenuta senza preavviso o senza una pubblicità preparatoria è servita solo per contrastare l'ascesa di Google+ che disponeva già di una videochiamata incorporata alla chat. Quindi Facebook ha dovuto subito correre ai ripari instaurando una frettolosa collaborazione con Skype.

La cosa imponente di Google+ è che al suo interno è strutturato quasi fosse un mix tra Facebook e Twitter, però l'interfaccia è simile al browser di ricerca, infatti appena sopra il riquadro di condivisione è presente il famoso riquadro di ricerca di Google, che permette quindi di non dover uscire dal social network per cercare le informazioni che ci servono. Queste e tante altre novità di Google+ si possono trovare su Google + Platform blog.

La cosa che mi auguro fortemente è che ci sia un tentativo anche da parte del motore di ricerca ecologico Ecosia, nel proporsi nel campo dei social network.

Nessun commento: